SUSHI MANIA!!!

sushi   1337334862255

Descrizione e storia:

Con il termine “sushi” in Giappone si definisce un insieme di preparazioni a base di riso, acidulato con aceto di riso, che viene accompagnato con altri ingredienti, solitamente pesce, verdure o alghe.

La parola “sushi” infatti significa letteralmente “acido” e si riferisce ad una vasta gamma di cibi preparati con riso.

Al di fuori del Giappone viene spesso inteso come pesce crudo o come riferimento ad un ristretto genere di cibi giapponesi, come il maki o anche il nigiri e il sashimi (che in Giappone non è considerato sushi perché composto di solo pesce fresco).

Il ripieno del sushi può essere crudo, cotto o marinato e può essere servito appoggiato sul riso, arrotolato in una striscia di alga, disposto in rotoli di riso o inserito in una piccola tasca di tofu.

I pesci e i crostacei comunemente usati sono tonno, salmone, branzino, polpo, gamberetti, anguilla, granchio, uova di pesce, riccio di mare e vari tipi di conchiglie. Questi sono spesso abbinati a verdura, frutta e ortaggi come rafano, semi di soia fermentati, avocado, cetrioli, tofu e prugne sottaceto.

Ovviamente il pesce deve essere di ottima qualità e soprattutto “abbattuto”, ovvero congelato alla temperatura corretta (mantenuto tra i -20 e i -30 gradi anche per una settimana). Questo trattamento consente di uccidere l’anisakis ovvero il parassita che può annidarsi nelle carni di tutti i tipi di pesce e che, se ingerito dall’uomo, può provocare disturbi gravi all’intestino.

In Giappone è un cibo quotidiano servito, in tantissime varianti, nei numerosi sushi bar, da quelli più eleganti ai banchetti che si trovano ai lati della strada.
I sushi bar e i ristoranti giapponesi si sono diffusi ovunque nel mondo e si sono specializzati soprattutto nel sushi fatto con il pesce crudo, che è il più richiesto e apprezzato.

La varietà del piatto nasce dalla scelta dei ripieni e guarnizioni, nella scelta degli altri condimenti e nella maniera in cui vengono combinati. Gli stessi ingredienti possono essere assemblati in maniere completamente differenti per ottenere effetti differenti.

Vi elenco le più famose maniere di costruire il sushi indipendentemente dal tipo di ripieni e guarnizioni.

  • Makizushi (sushi arrotolato): conosciuto nei ristoranti come “Roll”. In base alla forma e struttura prende il nome di:

    • Futomaki (rotoli larghi).

    • Hosomaki (rotoli sottili).

    • Temaki (rotoli mano).

    • Uramaki (rotoli interno-esterno):hanno l’alga all’interno e il riso all’esterno, spesso guarnito con semi di sesamo tostati

    • Nigiri (sushi modellato a mano): è la forma di sushi più semplice che consiste nell’appoggiare sopra una piccola polpettina di riso la guarnizione desiderata (come salmone, tonno, branzino, gamberetto)

    • fullmenuIconsushi-2

Preparare il sushi è un arte che viene insegnata da uno “shokunin” anziano, maestro di sushi, a un aspirante “shokunin”, che con grande sacrificio impara tutte le tecniche.

Le origini del sushi sono molto incerte quanto all’epoca, Fu soltanto intorno al 1820 che comparve ad Edo (l’odierna Tokyo) la ricetta più vicina al sushi quando grazie a Yohei Hanaya si iniziarono a servire sul banco bocconcini di riso aromatizzati all’aceto con sopra fettine di pesce crudo. Da allora la vendita del sushi per strada diventò un uso diffuso. Ogni bancarella era dotata di una tenda bianca sulla quale i clienti si pulivano le mani dopo aver consumato il sushi. Un sistema infallibile per individuare il miglior rivenditore era quello di guardare la tenda: più era sporca, più il posto era frequentato e quindi, probabilmente, migliore era il sushi.

PP_embossed_Sushi_Mat_for_making_roll_sushi

Da allora, il sushi si è diffuso in tutto il Giappone e in tutto il mondo dando vita a tantissime varianti.

infatti il Sushi ha dovuto adattarsi ai gusti alimentari dei paesi in cui si è diffuso, per cui oggi si trovano, in giro per il mondo, tipi di sushi sconosciuti in Giappone, composti con capasanta, tonno e salmone piccante, carne di manzo o di pollo, verdure varie, prosciutto ed anche formaggi e salse come maionese.

Ad esempio, il California Roll, nato negli Stati Uniti per far accettare l’idea del pesce crudo; si tratta di un maki con avocado, surimi (o gambero/aragosta, varia da ristorante a ristorante) e cetriolo, nel quale lo strato esterno di riso è cosparso di semi di sesamo tostati oppure tobiko, uova di pesce di colore rosso-arancione, molto croccanti.

Sushi e dieta:

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Da un punto di vista nutrizionale l’abbinamento di pesce crudo (ricchissimo di acidi grassi omega 3 e 6 e di proteine), riso (con gli amidi necessari ad assimilare le proteine) e alghe (fonte di fibre, vitamine, ferro, magnesio e zinco) è estremamente corretto.Oltre ad essere un piatto stuzzicante, originale e invitante, è innegabilmente leggero dal punto di vista calorico, perfetto per quelle donne che sono costantemente a dieta, o che ci tengono alla loro forma fisica.Pur considerando alcune varietà di pesce grasso come il salmone e l’anguilla, il sushi ed il sashimi sono alimenti a basso contenuto calorico, digeribili e buoni per la linea.
Quindi mangiare sushi non costituisce un peccato di gola, ma un valido aiuto a smaltire i chili di troppo: è infatti, il segreto della dieta di molte star, come la sottilissima Victoria Beckham, che tutto gli si può dire, ma non che sia grossa!

Un pezzo singolo di nigiri sushi ha infatti solo 40-50 calorie a seconda del tipo di pesce, e anche con dieci pezzi di nigiri sushi, avrai totalizzato solo 400 calorie circa, meno di un piatto di spaghetto al sugo… ed il senso di sazietà è assicurato!
Ancora più magro è il sashimi, tenendo presente che si tratta di pesce servito in fettine davvero sottili.

Dove mangiare il sushi?

barca_di_legno_per_sushi_B

Io abito a Marina di Carrara e AMO IL SUSHI, almeno una volta a settimana cerco di mangiarlo.

Se voglio mangiarlo a pranzo e voglio spendere poco (13 euro circa comprese le bevande) lo trovo nel centro commerciale “Le terrazze” a La spezia: si chiama “Kikko”. La stessa catena di sushi si trova anche nel centro commerciale “I gigli” a Prato dove sono stata a mangiarci solo una volta in occasione di shopping sfrenato 🙂 .

Se invece posso spendere molto di più (per una coppia supera i 100 euro sicuramente) e voglio cenare a base di ottimo sushi ho molte possibilità nella mia zona: posso andare al “Mami” a Marina di Pietrasanta (locale veramente caratteristico tutto in legno e circondato da canne di bambù); “Kooka” sia a Sarzana che a Forte dei Marmi (puoi decidere se mangiare sul posto o portare il tutto a casa); “Doppio Modo” a Pietrasanta (fanno sia sushi che cibo italiano).

L’anno scorso sono stata in vacanza in Sardegna e a Porto Cervo abbiamo scoperto un ristorate sushi veramente molto buono: si chiama “Finger’s” e lo stesso ristorante si trova anche a Milano (sono stata anche li in occasione di una festa).

wpid-sushi

Altri sushi restaurant rinomati sono:

Firenze: “Kome” (via de’ Benci); “Momoyama” (borgo San Frediano); “Niwa” (via del ponte alle mosse); “Wabi Sabi” (viale dei Mille e Porta Romana); “Eito” (via dei Neri, storico sushi nel cuore del centro storico fiorentino dietro agli Uffizi).

Roma: “Shinto” (via Ludovisi, frequentato da molti vip); “Zen” (via degli scipioni); “Soho” (trastevere e aperitivo nel fine settimana presso la terrazza Gianicolo).

Milano: “Kisho” (via Morosini); “Finger’s” (via San Gerolamo Emiliani).

BUON SUSHI A TUTTI!
V.

Rispondi