Regole pratiche per non fallire subito dopo il primo incontro.

Oggi come oggi c’ è chimica fra tutti, non più la chimica di sguardi, sorrisi e pensieri, ma quella prettamente fisica, che dopo un giorno non esiste più.
Se quindi tu ragazza vuoi durare più della vita di uno spermatozoo ti ritrovi costretta a seguire delle regole base.
Regola numero 1: se ti lascia il suo numero di cellulare tu non lo imparare assolutamente a memoria o sarai dannata.
Lascia che sia lui a prendere il tuo, fingendo di esserti dimenticata il telefono; non solo..quando ti manda il suo primo sms leggilo senza guardare i numerini sopra rischieresti di ricordartene anche solo un paio con i quali cercare di fare le miriadi di combinazioni esistentti per cercare di ricomporne  il numero per esteso; appena risposto al messaggio poi cancellalo subito la cronologia in modo da non essere tentata a scrivere una catena di sms.

Regola numero 2: lascialo cuocere nel suo brodo.
So che ti piace veramente ed è il tuo “amore-vero-a-prima-vista”, ma per piacere lascia che attenda e si faccia quesiti tra il suo sms e la tua risposta. Come si dice: “L’attesa del piacere è essa stessa piacere”.

Regola numero 3: Non essere una ragazza dal Si facile.
Se ti vuole far salire in casa sua nei primi tre o quattro appuntamenti non acconsentire.
Se ti vuole baciare dopo mezz’ora porgi la guancia, e se ci riprova porgi l’altra.
Non per forza devi tirare fuori la storiellina del “non bacio mai nessuno al primo appuntamento”, perchè ti crescerà il naso come Pinocchio, quindi cerca una scusa plausibile del tipo “oh guarda che sbadata mi è cascato il baccialetto in terra”.
Dì di si solo se ti propone una cena dal Bolognese in Piazza del Popolo o al San Lorenzo in Campo de’ Fiori.

Regola numero 4: Niente pressing.
Se avrai seguito bene la prima regola, non ci sarà il bisogno di questa, perchè ovviamente se non hai il suo numero non potrai chiamarlo o smessaggiarlo ogni cinque secondi.
Se invece ormai conosci il numero meglio di sua mamma evita di utilizzarlo.
Mettiti i guanti di lana e non te li togliere, il telefono touch screen in tal modo non farà una piega, nemmeno accenderà una piccola luce, non si sbloccherà, non potrà rispondere ai tuoi comandi! E mi raccomando che siano di lana e non con le dita tagliate.

Regola numero 5: Sii comprensiva.
La comprensione è tutto ciò che le altre prima di te non devono aver avuto evidentemente.
Di lui devi comprendere la cena settimanale con gli amici, gli orari di lavoro, la sua migliore amica, il torneo di play-statiom, il calcio, il calcetto e la giornata famiglia.
Bè certo.. solo i primi tre mesi circa.

Regola numero 6: Non fare la Moira Orfei della situazione.
Cerca di calibrare sempre gli outfit con il trucco e scegli bene sempre l’altezza del tacco in base al contesto dell’ appuntamento.
Rischierai altrimenti di non essere a tuo agio e di far vergognare anche lui.

Regola numero 7: Non fai parte degli alcolisti anonimi.
L’ alcool non solo toglie i freni inibitori, ma ti inibisce la lingua e la tua ars oratoria sarà pari a quella di un pesce rosso, solo, in un’ ampolla sferica (com’ è noto i pesci rossi se li metti nella bolla rincoglioniscono).
La ragazza che ha bevuto non è fine, non è femminile, rischia emerite figurette.
Un’ amica sborniosa fa ridere, l’ aspirante fidanzata fa pena.

Regola numero 8: I suoi amici sono, appunto, SUOI amici.
Non tuoi. Non potrai pretendere di trasformare uno di loro come tuo confidente, gli andrà sempre e comunque a ridire tutto e se non lo farà..stai attenta che te la vuole tentare anche lui.

Regola numero 9: Se fa il desaparecido lascia che desaparezca.
Non sono giochini, l’ 89% degli uomini, se scompaiono non è per attrarti di più, ma semplicemente perchè non piaci loro. Quindi chiudi questa porta in attesa del fatidico portone spalancato per te.

Regola numero 10: Sii te stessa.
Non scimmiottare alcun altro tipo di donna che non sia te.
Se ti piace e lo vuoi conquistare e vuoi che il vostro amore sia per sempre, prima o poi, se fingi, se ne accorgerà.
Magari si innamorerà di te per ciò che imiti di essere e la vera te non gli piacerà e ti pianterà.
Non vuoi questo no?

Ce ne sarebbero tante altre di regole, ma cambiano in base alla persona e al rapportp.
Queste dieci regole mi sembrano essere quelle più comuni e più utili.

Rispondi