MANUEL MAIDA: t-shirt e altro ancora.

 

Abbiamo intervistato Manuel, un ragazzo gentile e disponibile.
Scopriamo chi è e cosa fa:

Sunshine Daughters: “Ciao Manuel, raccontaci un po’ di te..chi sei e cosa fai”

Manuel Maida: “Ho 26 anni e sono originario di Catania. Ho studiato moda in accademia in Sicilia e dopo il diploma di fashion designer, conseguito nel 2009, ho iniziato a lavorare in un atelier di abiti da cerimonia. Dopodichè ho deciso di partire per Londra, dove ho vissuto e lavorato in un’ azienda di moda. Successivamente, nel 2011, mi sono trasferito a Milano, dove vivo attualmente.
Mi definisco uno dei pochi designer emergenti che accosta l’arte alla moda, mescolando il tutto e dando un tocco nuovo alle mie creazioni.
Sono iper-attivo, non mi stanco mai di lavorare, perchè ciò che faccio mi rende felice più di ogni altra cosa.”

SD: “Come ti è venuta in mente l’idea di creare questo Brand?”

MM: “Ho sempre lavorato per le aziende come creativo, grafico e sarto, apprendendo via via i processi di sviluppo e creazione delle varie linee e collezioni.
Ho sempre voluto imparare tutto ciò che potevo quando lavoravo come creativo fisso all’interno delle varie aziende di moda in modo da accrescere le mie capacità.
nel 2006, quando ancora facevo l’accademia, avevo già creato una mini collezione di t-shirt, ma trasferendomi  a Londra, avevo lasciato perdere un attimo il progetto.
Tornato a Milano, sono venuto sempre più in contatto con designer emergenti, con aziende e ho notato che in questa città si dà molto spazio al nuovo, purchè sia veramente “NUOVO”!
Dunque, un bel giorno durante gli ultimi mesi del mio lavoro come creatore, ho deciso di rischiare e provare a lanciarmi sul mercato con le mie creazioni handmade.
Tutt’ora lavoro sempre con altre aziende come freelance, in modo da concentrarmi al mio progetto e alla mia linea, che poi sarebbe il mio obbiettivo finale: lavorare esclusivamente con essa”

SD: “Le tue t-shirt sembrano dipinte, usi tecniche particolari?”

MM: “Si, le mie t-shirt sono proprio dipinte a mano!
In età più tenera sono venuto a contatto con la corrente della streetart e il writing.. per capirci facevo i murales – sorride- !
Quindi sono passato dalle bombolette sul muro alla’ aerografo su tessuto, accostando il tutto a varie tecniche..che però preferirei non rivelare: è un segreto professionale”

SD: “Le camicie da uomo sono molto estrose: ti ispiri a qualche grande casa della moda?”

MM: “Anche le camicie hanno un tocco estroso e colorato, principalmente perchè rispecchiano il mio modo di essere: solare e d’ impatto.
Ho preso ispirazione, o comunque ho voluto dedicare l’intera collezione, in cuor mio, ad un grande della moda che non ho avuto fortuna di conoscere, ossia Gianni Versace..che reputo un vero e proprio GENIO!”

SD: “Progetti futuri?”

MM: “Io amo pensare che vivo alla giornata, anche se poi in questo lavoro non ti puoi permettere di farlo; ad ogni modo direi che prima di tutto, in progetto, c’è l’uscita della nuova collezione e magari qualche altra collaborazione, come quella già fatta per uno shooting del festival di Sanremo.
Penso che principalmente in futuro cercherò di estendere ancora di più la mia linea, trovando sempre più negozi dove appoggiarmi, per farla emergere sempre di più.”

SD: “Le nostre lettrici e lettori dove ti possono trovare sul web?”

MM: “Ho un sito web: www.manuelmaida.com, poi su instagram, facebook e twitter sotto il nome di Manuel Maida.”


Si ringrazia per le nostre foto il fotografo Vincenzo Niola; Whiteon per gli shorts; la Fata scalza per gli accessori; “Moda capelli” di Palmira e Jessica Cascino per aver curato i nostri capelli.

Rispondi