La verità è che non gli piaci abbastanza: vademecum per non baciare tutti i rospi del reame.

Fidati, se un uomo si comporta come se non gliene fregasse un cazzo di te, non gliene frega un cazzo di te. Davvero.

Rullo di tamburi: stampatevi questa frase in fronte.

Ho già parlato della trasformazione del genere maschile in “uomo minchia”. Ammettiamolo, da donna sono di parte e loro hanno molte colpe. Ma le donne hanno veramente lo strano istinto di aggrapparsi al pugnale che le trafigge. Siamo un po’ masochiste in verità. Cerchiamo scuse, giustificazioni. Ma se un uomo non chiama lo fa perché non ha assolutamente voglia di sentire la vostra voce. Non è stato rapito dagli alieni, divorato dagli zombie, colpito da una tremenda malattia o corso a curare la nonnina in montagna (magari è in montagna ma suddetta nonnina ha un quinta di seno e un vitino da vespa, ecco).

Gli uomini non promettono, quelli veri vengono a prendervi e vi portano via. Se un uomo vuole stare con voi non ci sono orari, distanze, alieni, zombie o nonnine. Scalerà anche l’Everest se necessario, ma starà con voi. Vi chiamerà (e per chiamare intendo una telefonata, quelle vere, voce a voce), vi inviterà ad uscire, vi passerà a prendere e vi porterà in quel bel locale dove ha prenotato solo per voi.

Siamo principesse, ma vediamo di non lasciare la Louboutin incastrata nel sanpietrino. Svegliatevi e fatevi furbe. Se cercate l’amore, quello vero, arriverà quando meno ve lo aspettate ma è chiaro che non lo troverete in tutti i rospi del reame. Che poi i rospi sono anche un po’ mollicci. Baciarli tutti aspettando la trasformazione in principe azzurro comporterà un dispendioso acquisto di casse di Labello. Quindi, se proprio dobbiamo spendere i nostri risparmi, compriamo scarpe. Quelle non sono mai abbastanza e danno sempre soddisfazione.

Meritate molto di più degli “scarti” di tempo di qualcuno. Delle telefonate non ricevute. Della miriade di emoticon su whatsapp. Del “Non sono mai stato per la monogamia. Non mi voglio legare a qualcuno perché amo la mia libertà.” Imparate a chiedere gesti, parole, attenzioni, emozioni vere. Questo è quello che meritano tutte le donne.

A tutte le principesse vere e a quelle che ancora non hanno trovato la corona giusta per loro.

G.

Rispondi