Diario di una “wags”… Part XI “Arrivederci Terni”

Ciao Terni.
È ufficiale: si è concluso anche questo capitolo.
Siamo nuovamente con le valige, se non pronte quasi.
Dopo due anni, un altro trasloco in vista.
Quando stava svanendo la possibilità di rimanere a Terni, non nego di aver pianto.
Ogni volta che pensavo alle amicizie che avrei potuto lasciare.
Quando stai accanto ad una persona che fa questo lavoro però lo sai già.
Ma tutte le volte non ci pensi, eppure cambi luogo e amicizie, così come viene, così come gli altri decidono per te, dopo un anno, due..a volte sei mesi.
Dovremmo non avere un cuore.
Il calciomercato mi ha allontanato da amiche come Ketty e Valeria, poi mi ha avvicinato a Sofie e dopo sei mesi me l’ha portata via, poi a Justyna la mia vicina di casa top, alla rossa più bella e matta tra le “wags”, la neo signora Ferronetti: Arianna, Stefania G. ed infine, ma assolutamente non per importanza, alla mia Fabi.
Non solo..a Terni avevamo -abbiamo- degli amici cari extra calcio: Gianfilippo e Valentina. Gli vogliamo un bene dell’anima.
In un colpo solo ho perso Vale e Pipolo, Fabi e Nico, Justyna e Arianna.
Che poi “ho perso” si fa per dire, perché me li porto nel cuore, me li tengo stretti a distanza, CI teniamo stretti.
Se devo essere sincera inizialmente Terni, oltre qualche vietta del centro, non è che mi piacesse poi così più di tanto (chiedo venia ai ternani, ma son sincera… Più che altro mi mancava il mare e, dopo due anni vicino ai miei, mi mancava la famiglia), dopo il primo anno forse mi sarebbe scocciato meno venir via. Ma quest’anno mi è pesato molto. C’ho sperato tanto, ma invano.
E così ho scritto a Fabi con gli occhi gocciolanti, lei e Nicolas sono stati un dono bellissimo, due ragazzi con un cuore grande, di ottima compagnia, dalla battuta pronta e di una dolcezza infinita.. In pochi mesi si sono guadagnati fiducia e tanto amore da parte nostra. E poi è toccato avvertire anche Vale e Pipolo.. Ma loro son dei girelloni e ci verranno a trovare spesso -anche perché sennò li vado a strozzare-! Ringrazio anche persone (in ordine cronologico di conoscenza) del posto che ci hanno dato una mano: Manuel, Gianluca (assieme a Cristina, Alessia, Francesca, Veronica, Stefania che ci hanno sempre accolto a braccia aperte), Giulia (007 e mascotte personale) se dimentico qualcuno mi scuso. Mando un forte abbraccio alle altre mogli e compagne Michela, Elisa, Katia, Cristina, Laura e anche Vita, Camilla, Daniela ed Eleonora.
Mi mancheranno tantissime cose, tantissime risate e abbracci giornalieri.
Fortunatamente le persone che contraccambiano questo affetto sapranno riscaldarci il cuore anche lontano.
Grazie ai tifosi che hanno fatto sentire tutto il loro affetto a mio marito in un’annata difficile come questa, anche se ad alcuni vorrei dire che all’inizio del primo anno vi avrei voluto tappare la bocca, a volte in tribuna c’era qualcuno che offendeva pesante e urlava contro, però ovviamente si deve preventivare anche questo… Anche se si dovrebbero sempre dare delle chance, si dovrebbe dare sempre modo ad una persona di rivelarsi, prima di attaccarla.
Ad ogni modo da Fera passa ad essere uno Stregone (mi sembra di aver capito che si dica così), ma una parte sua sarà tanto stregone, quanto fera, quanto torello. In ogni città in cui andremo ci porteremo un po’ di Terni, come ci siamo portati dietro un po’ di Grosseto (difficile non portarsela, dato che è la mia, e adesso anche la sua, città).
Nella prossima parte vi racconterò di… Benevento.20140803-233733-85053682.jpg

20140803-233733-85053564.jpg

20140803-233733-85053960.jpg

20140803-233733-85053802.jpg

20140803-233734-85054269.jpg

20140803-233734-85054368.jpg

20140803-233734-85054121.jpg

20140803-233734-85054652.jpg

20140803-233734-85054519.jpg

20140803-233734-85054837.jpg

Rispondi