“A modo tuo”: cose da insegnare a mia figlia (se mai ne avrò una) secondo me e Elisa.

“A modo tuo” la canzone che gira perennemente nella mia macchina, perché l’ultimo cd di Elisa è pieno di vita, di storie, di emozioni.
“A modo tuo” la canzone che tutti i genitori dedicherebbero ai propri figli e che ho fatto mia, come se mio padre e mia madre me l’avessero dedicata.
[per la lettura di questo post si consiglia mettere in sottofondo la canzone “A modo tuo” di Elisa, cliccando sul seguente link: http://www.youtube.com/watch?v=uju33vbpNJs]

“A modo tuo”: quello che io in futuro dirò ai miei, di figli.
“A modo tuo” amore.
Gioca, che crescendo molto spesso ti dimenticherai di quanto sia bello giocare.
Colora e non restare nelle linee, che gli spazi sono solo limiti che i grandi cercano di imporre. Fai il girotondo, perché restare bambini nell’anima è un dono.
Credi nelle favole, a modo tuo s’ intende, ma le favole esistono davvero e non sono solo quelle dei libri.
Scegli, perché scegliere è la cosa più difficile di questo mondo, ma riuscire a prendere una decisione è anche la più appagante.
Sbaglia, sbagliare è umano e dagli errori si impara.
Chiedi scusa, solo quando è necessario farlo, ma saper chiedere scusa serve davvero.
Ridi, tanto e sempre; perché ridere fa bene all’anima.
Viaggia, con il corpo e con la mente, quelli che chiami “sconosciuti” potrebbero insegnarti quello che fino ad oggi non conoscevi.
Ama e non negarti, perché donare te stesso agli altri è la cosa più bella che tu possa fare. Cadrai, ti farai male, anche tanto, ma saprai alzarti ed andare avanti.
In tutto questo, se ti volti, saprai che avrai sempre qualcuno pronto a sorreggerti.

 

 

 

Rispondi