Archivio mensile:aprile 2015

Dalani e i segni zodiacali

Ariete: oggi una fantastica giornata per voi amici dell’ariete, Saturno è a vostro favore ed è il momento giusto per arredare la vostra casa..lo stile? MINIMALISTA.
Chi ce lo dice? DALANI.
Ebbene sì, avete capito bene.
Dalani quello che se non ti affretti a comprare quella lampada strepitosa e in offertissima, due giorni dopo te la ritrovi nelle mani della vicina che se la sta portando in casa sua; Dalani quello che inserisci un monte di cose nel carrello perché sono tutte stra-fighe, tra-chic, stra-come-starebbe-bene-nella-mia-sala o come-sarebbe-utile-in-cucina, e poi quel carrello si svuota perché temporeggi troppo e il nanosecondo dopo quell’oggetto è-nel-carrello-di-un-altro-utente; e…sì…anche quel Dalani che quando ti arriva il pacco a casa ti senti come se da quel momento il tuo appartamento si trasformasse nella reggia di Versailles (magari molto meno pomposa e molto più fresca).

Quindi dicevamo cari Ariete..volete vedere i must have per la vostra casa suggeriti da Dalani?
Ecco a voi:

Le linee sono semplici e regolari e gli spazi ben organizzati. L’arredo è essenziale ma originale.

E adesso vediamo i nostri segni zodiacali:

GEMELLI

Schermata 2015-04-27 alle 14.30.33
La casa dei gemelli è fatta di dettagli, sono questi che danno il tocco di personalità, largo ai colori, tessuti luminosi e oggetti originali.

I colori richiamano l’aria della primavera e la casa è il luogo dove ricaricare le batterie dalla vita frenetica di tutti i giorni.

CAPRICORNO
Schermata 2015-04-27 alle 14.30.12
L’ambiente scelto per voi è caldo ed accogliente. Tendente al classico, con sete e cachemire.
I must have:

La contemporaneità si fonde con lo stile moderno, il bianco candido del legno delle porte e delle pareti con il legno antico del cavallo a dondolo del bimbo o della vetrina dell’800.

E VOI DI CHE SEGNO SIETE?
CLICCATE QUI PER SAPERE LO STILE CORRISPONDENTE AL VOSTRO SEGNO ZODIACALE.

Foto Credits:  Living4Media

E poi…divento dottoressa!

Sin da quando ero bambina, ho sempre saputo che un giorno, come mia mamma, mi sarei laureata: mi è sempre piaciuto studiare e pormi degli obiettivi.
Quando mi sono iscritta all’università vedevo questo giorno tanto lontano, ma non vedevo l’ora che arrivasse.
Non è stato facile, ho fatto molti sacrifici, ho cercato di sdoppiarmi per cercare di fare tutte le cose che avevo deciso di far rientrare nella mia vita.
Non mi dimenticherò mai la fatica per preparare gli esami, lo stress, l’ansia… ma allo stesso tempo non dimenticherò mai la gioia che provavo nel superarli, la felicità con cui uscivo dall’aula insieme alle mie compagne di viaggio, Matilde e Silvia, che ci guardavamo sorridenti e e dicevamo: “Anche oggi ce l’abbiamo fatta!”.
Sono tanti i ricordi che mi porterò dentro per sempre e oggi raggiungo un traguardo importante della mia vita.
Per questo ringrazio prima di tutto chi ha permesso che ciò accadesse: i miei genitori.
Loro mi sono stati sempre vicino e mi hanno sempre spronata ad andare avanti, a far coincidere la mia passione, il mio lavoro con lo studio.
Quando piangevo perché credevo di non farcela, quando ero nervosa e ansiosa loro erano lì a sostenermi.
C’erano anche quando tornavo a casa e felice dicevo di avercela fatta, e non dimenticherò mai l’orgoglio che ho sempre visto nei loro occhi.
I miei genitori non sono mancati nemmeno un secondo e li ringrazio per avermi insegnato a non mollare mai.
Ringrazio mia sorella, che mi ha sopportata in questi anni di studio, che prima di ogni esame mi diceva: “In bocca al lupo Vero!” e questo mi ha sempre portato fortuna.
Ringrazio le mie amiche, quelle vere, che si sono sempre interessate al mio percorso, che a differenza di qualcuno, speravano insieme a me che andasse tutto bene e se così era… la sera festeggiavamo insieme.
Ringrazio Giuseppe che ha avuto la pazienza di aiutarmi quando ne avevo bisogno.
Grazie al mio compagno Niccolò, compagno di tesi e pause con lunghe chiacchierate, ha reso questo periodo molto più piacevole, ma soprattutto ringrazio le mie amiche e compagne Matilde e Silvia: senza di loro non credo che ce l’avrei fatta, o quanto meno sarebbe stata molto più dura.
Grazie per tutto quello che abbiamo condiviso in questi anni.

Ci metti così tanto a preparare la tesi, vedi così lontano il traguardo della laurea che poi quando arriva finisce tutto troppo veloce.
Un’emozione grande… Ma poi? Il giorno dopo ti svegli e senti che manca qualcosa… Non mi dimenticherò mai la felicità che ho provato nel prendere la prima delle dieci firme che mi servivano per completare la tesi…
Poi è arrivata l’estate, la più bella della mia vita: tra divertimento e lavori, non dormivo mai!
Con questa anche l’esperienza di Miss Italia e la tesi l’avevo proprio accantonata… Quando poi l’ho ripresa in mano è arrivato anche l’amore… Non ci puoi far niente, quello arriva proprio quando meno te lo aspetti e con chi meno ti aspetti!
La voglia di finire era sempre più grande per poter finalmente fermarmi, respirare e godermi la mia storia.
Lorenzo in questi mesi purtroppo aveva tanti motivi per essere nervoso, ma non mi ha mai fatto mancare niente ne’ pesare qualcosa. Mi ha sempre aiutato e sostenuto.
Lui c’era anche se era lontano, bastavano poche sue parole per tranquillizzarmi: grazie amore. Ho passato mesi col computer sempre in spalla… Me lo sono portato ovunque, mi sono ritrovata a far la tesi su treni e aerei, stazioni e aeroporti… Sempre in viaggio. Un po’ a Spezia, un po’ a Carrara, un po’ a Perugia e alla fine anche a Catania… Il mio computer ha girato l’Italia e mi sembra strano non avere più l’ansia di aprirlo per scrivere la tesi.
Ora però è arrivato il meritato riposo e devo imparare a godermelo senza stare a pensare troppo… E quel che sarà, sarà!

Oltre gli skinny (jeans) c’è di più!

Sembrerebbe proprio questo il nuovo mood della primavera/estate 2015.
Che fosse il jeans il padrone incontrastato del look e delle passerelle, sempre più innovative nella rivisitazione e rivalutazione di questo tessuto, ci era chiaro da tempo ma questa stagione dichiara ufficialmente a gran voce: “oltre gli skinny c’è di più!” e forse anche oltre il risvoltino finale (che personalmente adoro), ma tant’è.
Quindi osate, giocate, reinventatevi e magari riuscirete anche a non dover trattenere fiato e pancia per tutta la cena del venerdì dentro ai vostri carissimi skinny.
Già nel 2014 si era notato un parziale ritorno della salopette che ci riportava un po’ all’infanzia, a quando da bambine passavamo i pomeriggi primaverili a giocare al parco. “Parziale ritorno” che si consolida in una vera e propria conferma anche in questa stagione con delle bellissime e comodissime, 5 tasche over!
Le novità non sono finite e il 2015 non vede esclusivamente la rinascita della salopette; sulle passerelle sono tornati in voga i pantaloni a zampa. Dimenticatevi però gli anni ’60. La zampa dev’essere chic, non deve avere le dimensioni delle campane del Duomo di Milano per intenderci, così magari riuscirete anche a conquistare Ryan Gosling e rendere Tommy Hilfiger fiero di noi.
Se state correndo da Zara a comprare salopette oppure a riesumare i panta a zampa dall’armadio la vostra fantasia non dovrà di certo fermarsi qui.
Il jeans gioca e si trasforma da un elegante e sfrontato pantalone a palazzo, ad un bon ton o sportivissimo (la visitazione del look può essere davvero breve) pantalone a sigaretta o cigar pants se preferite per arrivare a leggere e perché no un po’ elaborate gonne.
Detto questo vi lascio correre a fare shopping, che si sa il bello delle nuove stagioni è cercare capi di tendenza ma che ci “calzino” alla perfezione per affrontare la nostra personalissima passerella quotidiana!

G.

La Dieta Sveglia Metabolismo

Arriva l’estate, che ne dite di iniziare a sgonfiarsi?
I cardiologi americani della clinica Mayo hanno messo a punto una breve dieta di 3 giorni per dei pazienti che dovevano dimagrire in tempi stretti.
Tale dieta è rapida ed efficace e va a combinare in modo “furbo” gli alimenti.

1°GIORNO

COLAZIONE:

1/2 pompelmo o succo di pompelmo;
1 fetta di pane tostato;
1 cucchiaio di burro di arachidi;
caffè o tè

PRANZO:

125g di tonno al naturale;
1 fetta di pane tostato;
caffè o tè

CENA:

90g di carne;
250g di fagiolini;
250g di barbabietole o carote;
1 mela piccola;
125g di gelato alla vaniglia

2°GIORNO

COLAZIONE:

1 uovo sodo;
1 fetta di pane tostato;
1/2 banana;
caffè o tè

PRANZO:

250g di formaggio a fiocchi o 125g di tonno al naturale;
5 cracker salati

CENA:

2 wustel;
250g di broccoli o cavoli;
125g di carote oppure di cime di rapa;
1/2 banana;
125g di gelato alla vaniglia

3° GIORNO

COLAZIONE:

1 uovo sodo;
1 fetta di pane tostato;
caffè o tè

PRANZO:

1 fetta di formaggio;
5 crecker salati;
1 mela piccola;
caffè o tè

CENA:

250g di tonno;
125g di carote o barbabietole;
250g di cavolfiore o fagiolini;
1 mela

OVVIAMENTE ANCHE SE IL RESTO DELLA SETTIMANA è LIBERO è CONSIGLIATO SEGUIRE UNO STILE ALIMENTARE SANO ED EQUILIBRATO E CONDIRE SOLO CON OLIO D’OLIVA (2/3 CUCCHIAI AL GIORNO)
Questo programma fa sì che la dieta duri i primi tre giorni di ogni settimana e gli altri 4 no, ma si può fare al massimo per un mese. Vietati olio extravergine d’oliva e burro, sostituire lo zucchero col dolcificante.