Archivio mensile:ottobre 2013

TANTE BUONE RAGIONI PER STRUCCARSI

Se per essere perfette dobbiamo prestare molta attenzione al make up, altrettanta attenzione dobbiamo porla la sera prima di andare a letto, ossia quando ci strucchiamo (do per scontato che lo facciate…tutte!).
Ci sono tanti motivi per cui dobbiamo pulire, rinfrescare e detergere la nostra pelle: innanzitutto perché già questo passo diventa un’ ottima base la mattina al momento del trucco.
Quando la pelle è fresca e pulita è anche pronta per “assorbire”, in modo ottimale, sia le creme idratanti che i primer, sia i correttori che i fondotinta, ecc…
Un altro ottimo motivo per struccarsi è il fatto di far respirare la pelle durante la notte.
Non solo la pelle, ma anche gli occhi: quando vi svegliate con la matita nera e il mascara della sera prima, oltre a sussultare davanti allo specchio, cosa percepite? Sporco, pesantezza e appiccicaticcio! È veramente una cattiva abitudine.
Idratare la pelle poi permette di nutrirla fino in profondità, per questo molte volte usiamo creme più nutrienti durante la notte, perché durante le 7-8 ore in cui dormiamo la pelle è in grado di assorbire perfettamente tutta la quantità di crema.
Esistono tanti tipi di pelle quindi ognuna di noi ha esigenze diverse: se, ad esempio, le pelli secche non vengono idratate, risulteranno antipatiche pieghette secche sotto il fondotinta o la terra; se invece le pelli grasse non vengono trattate con creme seboregolatrici, ci sarà sempre un eccesso di sebo che affiorerà non durante il giorno, bensì dalla mattina!

Detto questo, per struccarsi esistono tanti modi: salviette struccanti (pratiche e veloci ma a volte irritanti), latte detergente, struccanti occhi normali o bifasici (che contengono una parte oleosa, va agitata la confezione prima dell’uso, sono molto adatti per il trucco waterproof), gel detergenti per il viso (che si strofinano sulla pelle e poi si risciacquano con l’acqua o con una spugnetta).

Personalmente uso lo struccante per occhi e il latte detergente per il viso. Essendo la zona occhi (la cosiddetta mascherina) molto delicata preferisco usare due prodotti specifici, nessuno vi vieta però di utilizzare il latte detergente sia per il viso che per gli occhi.
L’ opposto invece va evitato: usare lo struccante occhi per tutto il viso, o peggio ancora struccarsi gli occhi e sciacquare il viso solo con l’acqua!
Detto questo, care amiche, potete testare con mano quello di cui vi ho parlato oggi.
Se un giorno non vi truccate per niente, la sera prima di andare a letto struccatevi con un dischetto apposito.
Non sarà comunque pulito perché durante il giorno, tra smog ecc, la pelle si “sporca” lo stesso. Motivo in più per struccarsi e idratarsi ogni, e ripeto ogni, sera.

Alla prossima!

mami-clean-quadrotti

P11004_packlozione-micellare-avene-struccante-viso-e-occhi struccanteSephora1

 

 

Kissotto, ancora una settimana di baci!

Hola!!!
Spero che per tutti voi sia un buon..giorno!
Che ne dite di far sì che non sia solo “buon”, ma che diventi meraviglioso?
C’ è una cosa che potreste fare: donare un bacio!
Niente di più semplice: vai su www.kissotto.it, mandi la foto di un tuo bacio, una donazione (che può essere anche di un euro, ma stai pur sicuro che quell’euro andrà a regalare tanti sorrisi) e il gioco è fatto!
Anzi no…non finisce qui: hai la possibilità di vincere tanti premi, semplicemente in base al successo che riscontra la tua foto.
kis
Allora perché non partecipare?
Anche tanti Vip hanno contribuito con i loro baci:
kiDiventa anche tu un supereroe!!!
kissHai tempo fino al 31 ottobre.
KISS!

Giveaway con MARAYAN’S DESIGNS

Ciao a tutte le nostre lettrici,
Oggi diamo inizio al giveaway con Marayan’s Designs, in palio ci saranno degli splendidi orecchini fatti a mano.
Abbiamo fatto una piccola intervista alla creatrice di questi accessori:
SD: Innanzi tutto quale è il tuo nome e da dove vieni..
M: Sono Mariam Martínez vengo dal Venezuela, ma sono Italo-Venezuelana e abito a Todi (Umbria)
SD: Usi dei materiali specifici per le tue creazioni?
M: Dirvi in specifico i materiali che uso è quasi impossibile, perchè utilizzo tutto ciò che può rendere più carino il mio lavoro e pian piano vado scoprendo cose nuove.
SD: Quando e come nasce la tua passione?
M: Sto appena iniziando, ma da piccola mi è sempre piaciuto lavorare con le mie mani e create cose nuove. Ho ancora tantissimo da imparare e spero di riuscirci
SD: Grazie Mariam!
M: Grazie a persone come voi, che ci date una mano per far conoscere il nostro lavoro!

Partecipare è semplice e ci sono due modi: uno tramite facebook, il cui regolamento lo puoi trovare nelle nostre pagine: Sunshine Daughters e Marayan’ s Designs;
l’altro tramite instagram, segui @marayansdesigns e @sunshinedaughters e scoprirai le altre regole!
(Comunque è molto semplice: su facebook masta mettere mi piace a entrambe le pagine e condividere questo articolo; su instagram seguire i due profili e pubblicare la foto del giveaway taggandoci e mettendo l’ hashtag #sdgiveaway )

Diamo il via alle danze!!!
Avete tempo fino alle ore 19 di venerdì 25 ottobre!

20131020-123005.jpg

Eccoci qui è passata da poco la mezzanotte tra venerdì 25 e sabato 26 ottobre. Alle 19 del 25.10.13 abbiamo chiuso le iscrizioni all’ sdgiveaway e adesso abbiamo la vincitrice!!!
La numero 12 Lorenza Fedolfi di Carrara!!!
Complimentiiiii!
Alle altre in bocca al lupo per la prossima!!!

Diario di una wag di serie B! Part III

Wags… Wives and GirlfriendS… Termine coniato per le consorti dei calciatori militanti nel Regno Unito, intorno ai e alle quali aleggiano gossip, paparazzate e idolatrie varie.
fashion-news-magazine-wags
Qui in Italia, a meno che tu non sia Melissa Satta, Federica Nargi, Michela Quattrociocche e via dicendo..o, per salire all’ etoile, Eleonora Abbagnato, non sei altro che “la moglie/fidanzata di…”!
Non hai un’identità tua propria, ma brilli di luce riflessa.
A meno che il tuo lui non militi in lega pro e tu non sia una blogger di alti livelli o un ex velina (C. Biasi / C. Caracciolo).
5
Se sei una povera umana che dalla mattina alla sera si sbattezza dietro le mille commissioni che la vita normale ti impone (non che loro non lo facciano, anzi), dietro una laurea che fatichi a raggiungere, dietro traslochi, infortuni, ecc… Rimani solo appunto: “moglie/fidanzata di..”.

Ma poi…
Noi…ci sentiamo così importanti ad essere unite a un calciatore?
Non era preferibile facesse il notaio e a tutte le feste comandate averlo in casa tutto da spupazzare?
Certo è..che nel mio caso me lo sarei preso anche fosse stato disoccupato o, avendolo visto le prime volte in spiaggia tutto inserito, se avesse fatto il bagnino!!!

Trovi però chi wags ci si sente, chi ne è fiera di questo status e lo sbandiera ai quattro venti, vantandosi delle peripezie del proprio compagno in campo e facendo la Santarelli della situazione.. (Cose del genere piucchealtro le vedi fare nelle serie minori a chi con la Santarelli ha in comune solo l’unghia del mignolo)

Si può dire che tutto ciò che gira intorno al pallone è un microcosmo, dove troviamo i vari steriotipi delle persone (in questo caso parliamo di compagne)..che nel mondo ce ne sono a bizzeffe.

C’è la Storica, fidanzata dall’adolescenza col giocatore X: è una vita che stanno insieme, non c’è sicurezza più sicurezza di lei, non c’è bastone più bastone di lei, non c’è spalla più spalla di lei; si conoscono come le proprie tasche, sono cresciuti insieme e insieme invecchieranno, in un modo o nell’altro.
C’è la Groupie: lei c’ha provato e riprovato battendoci la testa tante volte, con uno diverso dall’altro, di anno in anno..fino a che lui -che la testa l’ha battuta da piccolo evidentemente- cieco d’amore (?) ci casca. (Ecco..di solito proprio a chi fa parte di questa categoria piace avere lo status di Wags)
C’è la New entry: appena fidanzati.. Lui si fa la sua vita e lei la sua con i loro impegni e quando possono condividono il loro tempo.
C’è la Z*c*o*a: quella che mentre il fidanzato/marito va in ritiro non perde tempo a farsi i compagni non convocati [il mondo è piccolo belle mie e le voci purtroppo o per fortuna girano (e magari a una non ci credi, la seconda ve l’abboniamo, ma se arrivano pure la terza e la quarta allora é verità!)]
C’è la Rosicona: lei dopo 4/5/6 anni non ha mai ricevuto una proposta di matrimonio e tu ti sei sposata dopo due anni?!?!? Rosica palesemente, ma nega di farlo spudoratamente..!
Poi rilascia interviste esaltando il suo rapporto (che in verità magari non ha più alcuna verve), lanciando frecciatine subdole nei confronti di altre sue compari e adducendo motivi per i quali sono ancora solo fidanzati e non sposati… (E dopo poco, in genere, la coppia scoppia)
C’è l’ Arrivista: ma lui lo scoprirà solo quando scenderà di categoria e lei… Puf! Volatilizzata!-sempre dopo averci fatto un figlio in tempo ovviamente!
C’è la Casinista: badate bene non casinista in quanto ama fare baldoria, bensì a cui piacciono i casini, allora si impiccia negli affari di tutti, mette bocca e se in quel periodo della sua vita non ha nulla per essere arrabbiata e per sparlare, il casino lo crea o agli altri o a se stessa.

Potrei tirar fuori mille macchiette, ma son tutte le tipologie di persone che magari avevi in classe insieme, o con cui hai lavorato o quant’altro.
Trovi in ogni ambiente una di queste, le trovi in un ospedale, in uno studio di avvocati, in istituto bancario, in una boutique, ecc ecc…

Fortunatamente però ci sono anche le donne con la D maiuscola.. Quelle che, non importa se hanno la terza media o se siano laureate, ma sono brave mamme, ottime mogli, diventano confidenti che sanno ascoltare, che sanno consigliare senza interesse, persone con cui parlare senza aver timore di quello che dici, che sanno ridere alla vita comunque vadano le cose.

Ci sono tante persone false, che ti fanno credere di essere in un modo, invece sono Giano Bifronte, che sparlano alle spalle e poi una pioggia di sorrisi davanti, però mi sono rimaste anche delle amiche negli anni, non mi metto a fare nomi perché sarebbe brutto per chi non considero affatto tali; le mie Amiche sanno che io ci sarò sempre, in qualsiasi momento e io so che loro ci saranno per me.. Ed appena abbiamo un momento una va a riabbracciare l’altra.
amiche

Una delle fortune del lavoro di mio marito è il “ricircolo” di persone che c’è di anno in anno: abbiamo la possibilità di incontrarne di rare e preziose, i cui affetto e amicizia, nonostante il calciomercato prima o poi ti divida, ci accompagnano giorno per giorno.

UN TRUCCO DA MISS!

Truccarsi tutti i giorni (a chi piace!) è importante, ma possiamo anche chiudere un occhio se non siamo perfette. Ci sono però anche situazioni o eventi di rilievo per i quali è importante sapere qualche trucco in più.
Se partecipate a concorsi di bellezza di solito trovate una make-up artist che si occupa del vostro make-up. Se non dovesse essere così (non per la minore importanza di un evento ma perché o l’organizzazione non lo prevede o perché il budget non copre questo servizio) leggete di seguito i miei consigli che vi aiuteranno a rifornire i vostri beauty dei prodotti giusti. Considerando il contesto in cui andrete a sfilare, sia che si tratti di un concorso o di una presentazione di una collezione di moda, il make-up deve resistere a cambi abito, luci, calore, ecc. Deve essere totalmente WATERPROOF, ossia resistente all’acqua: quindi all’eccessiva sudorazione che si può presentare a causa dell’emozione.
Avete un’ampia scelta di prodotti, dal fondotinta al mascara, dalle matite per gli occhi a quelle delle labbra… Ovviamente, soprattutto per il fondotinta, vi consiglio di provarlo PRIMA dell’evento, sia per quanto riguarda la colorazione (se siete abbronzate dovete scegliere una tonalità diversa dall’abituale), sia per quanto riguarda la tenuta.
Se non acquistate prodotti professionali, dovete essere sicuri che il prodotto non vada via dopo poche ore o non formi macchie.
Se partecipate alle selezioni di un concorso di bellezza, il make-up non deve essere troppo eccessivo.
Dovete sì farvi notare, ma allo stesso tempo dovete esaltare la vostra bellezza naturale senza troppo colore o “mascheroni”.
I colori della palette NAKED di Urban Decay sono adattissimi, vanno dai marroni scuri ai toni caldi del beige e poi ci sono alcuni ombretti rosati per il punto luce degli occhi.
Sono colori abbastanza naturali, con i quali però potete dare maggiore intensità e profondità all’occhio con un marrone scuro (c’è anche il nero per chi si trucca normalmente con questo colore, ma andateci piano!) e sfumare verso l’interno dell’occhio con un rosato per finire con un punto luce più chiaro sotto l’arcata sopraccigliare. Sono intensi, ricchi e vellutati e posso garantire personalmente per la durata (la uso sempre per lunghe giornate di lavoro e fino a sera il trucco è impeccabile).
Se puntate molto sugli occhi usate un rossetto non molto marcato; al contrario, se gli occhi sono abbastanza naturali, potete optare per un bel colore acceso e brillante.
Se usate sempre l’ eyeliner, riproponetelo anche durante l’evento.
Il consiglio è usare prodotti di qualità e un make-up con il quale vi sentite a vostro agio e soprattutto voi stesse!
Se avete eventi del genere in futuro e volete chiedermi qualche consiglio, scrivetemi pure all’indirizzo: info@saramakeup.it

urban-decay-naked-palette-loggetto-dei-deside-L-KtOKtdurbandecay_nakedpalette009urban-decay-naked-palette-swatches-photos-pictures-second-six

Via con i Baci! KissOtto

kissDa oggi avete il via libera per dedicare un vostro bacio ai bambini del Meyer.
Grande iniziativa di Noipervoi, con il tuo bacio doni un euro, ma soprattutto con il tuo bacio regali un sorriso in più ai bambini dell’ ospedale Meyer.
Scopri come fare sul nostro precedente articolo http://www.sunshinedaughters.it/raccolta-fondi-kiss-otto/.
Cosa aspetti!
passaportokissotto