Archivio mensile:settembre 2013

Raccolta Fondi KISS OTTO

Schermata 2013-07-23 a 15.32.48KISS OTTO – UN BACIO LUNGO UN MESE

Nasce la prima edizione, tutta digitale della raccolta fondi KISS OTTO

Un bacio-donazione in favore di NOI PER VOI PER IL MEYER ONLUS

Kiss come bacio. Otto come Ottobre.

Con la prima edizione di Kiss Otto, tutti gli utenti della Rete potranno contribuire a raccogliere fondi in favore dell’associazione Noi per Voi per il Meyer Onlus inviando il proprio bacio virtuale ai bambini dell’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze, reparto di oncoematologia. Un progetto innovativo che trova nella Rete la propria linfa vitale perché crediamo che questa sia il “luogo” ideale per promuovere una raccolta fondi a “Km Zero”. Grazie a questa raccolta fondi, lunga un mese, sarà possibile donare il proprio bacio 2.0 e contemporaneamente vincere i premi che le aziende sostenitrici di Noi per Voi e Kissotto hanno messo in palio.

Il meccanismo è semplicissimo: dal 1 al 31 Ottobre sul sito www.kissotto.com sarà possibile per gli utenti inviare la foto di un loro bacio o di ciò che il bacio rappresenta e, a fronte di una donazione minima di 1 euro, parteciperanno automaticamente all’estrazione dei premi messi in palio dai partner.

Inoltre sarà possibile donare anche scaricando l’App Kissotto disponibile da Ottobre sull’Apple Store e attraverso il video virale dedicato all’iniziativa pubblicato sul canale You Tube for Goods di Noi per Voi.

Si attiverà quindi un tam-tam mediatico su tutti i social network, grazie alla condivisione delle foto da parte degli utenti con la loro rete di amici. Ogni donatore diventerà così parte della comunità dei Kiss Givers, una community riconoscibile che si contraddistingue per la propria sensibilità sociale, pronta ad aiutare con un piccolo gesto i bambini degenti nel reparto di onco-ematologia dell’Ospedale pediatrico Meyer. I fondi raccolti finanzieranno lo studio pilota per il trattamento dei tumori pediatrici del sistema nervoso centrale,‘Snc poor responder’che non rispondono ai protocolli terapeutici attualmente in uso. Il 27 Settembre p.v. il Prof. Antonio Lavarone, docente della Columbia University, terrà a Firenze una conferenza sui traguardi raggiunti ad oggi nell’ambito della ricerca scientifica riguardo del trattamento dei tumori SNC.


Parallelamente alla raccolta via web per tutto il mese di ottobre si svolgeranno eventi ed iniziative legati al “bacio”.

Kiss Otto è patrocinato dal Comune di Firenze e molti sono i partner che con le loro donazioni liberali sosterranno l’iniziativa: dai brand del mondo della moda come Emilio Pucci, Ermanno Scervino, D.A.T.E, al mondo kids con Picci a quello dell’editoria con la casa editrice Giunti, della gioielleria Nomination, sino ad aziende del settore beauty, benessere, e design.

Let’s Kiss!

www.kissotto.com

https://www.facebook.com/kissottonoipervoi

Progetto ideato da Press Me: http://www.pressme.it

Per info: kissotto@pressme.it – 055 9752209

Cose che non si vorrebbero mai conoscere, ma che purtroppo sono realtà. Studio Scientifico su Chemioresitenza.


Diario-con-sito

Tra i tumori dell’età pediatrica, la leucemia linfoblastica acuta (LLA) è la patologia più frequente: le leucemie acute costituiscono il 35% di tutte le forme tumorali e, fra queste, la LLA costituisce l’80%. Negli ultimi 20-30 anni, il trattamento è stato coronato da successo in un numero sempre maggiore di casi, con percentuali di sopravvivenza che oggi superano il 70%. Tuttavia, la resistenza alla chemioterapia rappresenta un forte ostacolo al successo del trattamento terapeutico in un numero consistente di bambini affetti da forme di leucemia non responsive alle terapie tradizionali. Questi bambini hanno attualmente prospettive di guarigione inferiori al 20%.

Stato dell’arte

Il progetto di ricerca dal titolo “Identificazione di nuovi marcatori molecolari per il disegno di strategie terapeutiche nelle leucemie acute del bambino” coordinato dalla Prof.ssa Arcangeli ha condotto alla identificazione di nuovi marcatori molecolari delle leucemie acute: i canali ionici. Si tratta di quelle proteine che sono presenti sulle membrane delle cellule e hanno il compito di trasportare gli ioni attraverso le membrane e di stabilire una differenza di potenziale elettrico. I canali ionici si comportano come “antenne” sulle cellule leucemiche, e sono in grado di sentire i messaggi provenienti dall’ambiente esterno, compreso il midollo osseo. Il midollo osseo, è la sede in cui sia le normali cellule staminali ematopietiche, sia, e a maggior ragione, le cellule leucemiche, sopravvivono e crescono, prendendo il sopravvento sulle cellule normali. Nel contesto della chemioresistenza, suscita un interesse particolare proprio il midollo osseo, ambiente in cui le cellule leucemiche non solo sopravvivono e crescono ma anche possono rifugiarsi e sfuggire così all’azione dei farmaci antitumorali. Da questi studi è emerso che il canale ionico che funziona da “antenna” nelle leucemie acute pediatriche, è un canale deputato al trasporto di ioni potassio, normalmente conosciuto come canale hERG. E’ stato osservato infatti che, sulla membrana delle cellule leucemiche, si forma un insieme di diverse proteine, quello che viene comunemente detto “complesso”, fra le quali il canale hERG, che ha la funzione di mantenere vitali le cellule leucemiche all’interno del midollo osseo anche quando esse vengono attaccate dalla chemioterapia. Quando il complesso di proteine si forma, il canale hERG comincia a funzionare, e questo fa sì che diversi “segnali” vengano accesi all’interno delle cellule leucemiche, arrivando fino al nucleo, e quindi favorendo la sopravvivenza e la crescita delle cellule leucemiche. Gli stessi “segnali”, e perciò la funzionalità di hERG, diventano quindi anche fondamentali per indurre la resistenza ai farmaci chemioterapici, che si instaura proprio all’interno del midollo osseo. E’ stato, a questo punto, immediato domandarsi se i diversi farmaci inibitori del canale hERG fossero in grado di revertire la chemioresistenza delle cellule leucemiche. Conducendo diversi tipi di prove sperimentali, comprese quelle sui topi inoculati con cellule leucemiche, abbiamo potuto dimostrare che, diversi farmaci inibitori di hERG sono in grado di migliorare in modo sensibile l’andamento della malattia leucemica, superando anche i fenomeni di resistenza. Quello che è importante sottolineare, è che questi effetti si osservano anche con quei farmaci che, pur avendo indicazioni terapeutiche diverse, sono anche in grado di inibire hERG. Risultati ottenuti

I risultati ottenuti sono stati oggetto di pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e di due brevetti depositati nel 2009 (BREVETTO BI4111R “Nuove composizioni per il trattamento di chemioresistenti e/o di leucemie potenzialmente chemioresitenti”; BREVETTO BI4110R “Metodo e kit per la prevenzione e/o monitoraggio della chemioresistenza di forme leucemiche”). La fase successiva degli studi proseguirà nel progetto di ricerca dal titolo: “Messa a punto di terapie bersaglio molecolare: A) per il superamento della chemioresistenza; B) per il trattamento delle leucemie mieloidi”.

Obiettivi futuri

Il nostro obiettivo futuro sarà quello di trasferire alla clinica i risultati ottenuti fino ad ora in laboratorio. A tale scopo verrà in una prima fase condotta una sperimentazione il cui obiettivo sarà quello di definire nuovi protocolli terapeutici per le situazioni di neoplasie ematologiche caratterizzate da forte chemio resistenza. Tale sperimentazione verrà condotta utilizzando quelli che vengono definiti “modelli preclinici”, cioè inoculando in appositi animali di laboratorio cellule leucemiche isolate da pazienti affetti da leucemia. Durante questa sperimentazione verrà analizzato l’effetto di varie categorie di farmaci bloccanti del canale hERG, dosaggi diversi di questi ultimi e combinazioni con chemioterapici convenzionali quali corticosteroidi. Sulla base dei risultati ottenuti da questa prima fase di sperimentazione si potrà successivamente disegnare un trial clinico comprendente centri di Oncoematologia Pediatrica sia italiani che stranieri, nel quale verranno utilizzati i farmaci e i protocolli di somministrazione che avranno dato i migliori risultati nella sperimentazione precedentemente condotta.

Personale

Prof.ssa Arcangeli, Dr.ssa Crociani, Dr.ssa Pillozzi Dr De Lorenzo, Dr.ssa Mass

NOI PER VOI per il Meyer O.N.L.U.S.
c/o Ospedale “A.Meyer”, sez. oncoematologia, V.le G. Pieraccini 24, 50139 Firenze, sede operativa: Via Delle Panche 133/A 50141 Firenze tel/fax 055/580030 www.noipervoi.org e-mail info@noipervoi.org cod. fiscale 94022050481 ccp n°19477504

Speedlight Master Class 2013

copertina
Lo scorso fine settimana, nella cornice del Duchessa Isabella di Ferrara e dello studio fotografico Blu Fashion Group, si è tenuto uno dei più importanti eventi di fotografia di questo mese: lo Speedlight Master Class 2013, diretto dal conosciuto fotografo Nikon Luca Esposito.
Schermata 2013-09-26 a 10.48.04
La location di questo rinomato hotel 5 stelle lusso ha regalato ad ogni scatto un atmosfera magica e di classe.
Lo staff consta di grandi nomi: Gil Cagnè e Giò Barone per il make-up, Matrix per l’hair-styling, gruppo Zeo Baldi per il backstage.


Guest Star di questo evento l’ attrice italiana Lavinia Guglielman.
blogger-image--1082579582
Chi di voi si ricorda la bambina al fianco di Virna Lisi in “Va’ dove ti porta il cuore” di Cristina Comencini?
Ebbene questa fanciulla adesso è una donna, un’ attrice che potete ammirare nel film di Stefano Reali “In barca a vela contromano”, in tre film presentati in diverse edizioni della Mostra del Cinema di Venezia: “Un uomo perbene” di Maurizio Zaccaro, “La ballata dei lavavetri” di Peter Del Monte, “Saimir” di Francesco Munzi, film vincitore della Menzione speciale Migliore Opera Prima e altri premi.

E’ protagonista del cortometraggio La ninfetta e il maggiordomo di Luca Verdone e del film Deadly Kitesurf.

In televisione l’ abbiamo vista nelle seguenti fictions: “Via Zanardi 33”, due serie di “Distretto di polizia” dove interpreta il ruolo di Livia Scalise, “Ultima pallottola” di Michele Soavi, “Provaci ancora prof”, “Nati ieri”, “Don Matteo”, “Un posto al sole”, la web serie “Edgar Just before Dark”, “La vita contro”.

L’attrice indosserà i prestigiosi abiti della Maison Ciambella.
ciambellaL’ intimo per le bellissime modelle è stato fornito da Minimale Mode di Ferrara.
www.minimalemode.it

blogger-image-2143530860L’ evento ha riscosso molto successo ed ha avuto l’ appoggio di molti sponsor.
Qui di seguito potete trovare alcune foto:

MFW sept-2013

Non siete potuti andare a Milano nella settimana della moda o non siete soliti andare ma comunque un occhio alle nuove tendenze ce lo date?
Vi regaliamo allora qualche esclusivo scatto di Federico Marsiglia!

© Federico Marsiglia Photographer 2013

La verità sul caso Harry Quebert

Ho comprato l’ultimo libro di Joël Dicker..Non vedevo l’ ora di tuffarmi nelle pagine di “La verità sul caso Harry Quebert”.
Un libro avvincente, con una storia nella storia nella storia, con flash back e colpi di scena.. Fino all’ultima pagina.
Non sembra nemmeno che sia scritto da un tuo coetaneo. Ebbene si lo svizzero Joël ha 27 anni.
Per il suo libro sceglie spazi a lui famigliari, dato che ogni estate con la sua famiglia si spostava nella costa est americana.
La grande casa affittata da Stern a Quebert – poi comprata da questi – per esempio è la casa di Marguerite Yourcenar nel Main, dove ha scritto “Memorie di Adriano”; nel suo libro quella villa da set cinematografico diventa Goose Cove.
Mi piacerebbe vedere un film basato su questo libro.. me lo vedo gia con Ed harris in Harry Quebert; Jake Gyllenhaal in Marcus Goldman; Elle fanning o Annasophia Robb in Nola Kellergan; Scarlett Joanson in Jenny Quinn; Edward Norton in Trevis Dawn.

Inizia nella New York prepresidenziali nel 2008, passa poi per Aurora con le sue spiagge e i suoi gabbiani, con il verde fitto della foresta tra spiaggia e strada, in cui giocano liberi i bambini.
Una calma apparente in una ridente cittadina americana, che nasconde un gran segreto.
Segreto lasciato morire sotto un giardino di una villa dal 1975, dove verrá però rinvenuto uno scheletro con al lato uno zainetto di cuoio contenente un manoscritto.
Dal rinvenimento scatta una serie di avvenimenti, finzioni, bugie, giochi mentali, supposizioni, intrecci.
Dove sta la verità, chi è Quebert? Chi è Stern? ..e Tamara Quinn?
..chi sa cosa è successo realmente? chi è implicato?
Tutto ciò ci verrà svelato, non senza ostacoli, dallo scrittore in erba Goldman, affascinante, seducente, poco più che trentenne afflitto dalla sindrome da pagina bianca, guarito poi in concomitanza con l’inizio delle sue indagini, aiutato dal sergente Gahalowood.

I capitoli sono numerati in ordine decrescente e ognuno ha un piccolo prologo fatto dai consigli del professor Qubert al suo allievo Goldman, con cui ai tempi dell’università aveva stretto una grande amicizia durata negli anni.
Vanno dal trentunesimo al primo.
Riporto di seguito quelli che potrei rapportare anche alla mia vita…

#31 “Il primo capitolo é fondamentale, Marcus. Se ai lettori non piace, non leggono il resto del libro.”

#28 “La vita è una lunga caduta, Marcus. La cosa più importante è saper cadere.”

#26 “Scrivere un libro é come amare qualcuno: può diventare molto doloroso.”

#21 L’unico modo per misurare quanto ami una persona è perderla.

#20 “La vittoria è dentro di te, Marcus. Devi semplicemente aiutarla a uscire”

#18 “Gli uomini che ammirò di più nella nostra società, Marcus, sono quelli che costruiscono ponti, grattacieli e imperi. Ma, in realtà, i più coraggiosi e ammirevoli sono quelli che riescono a costruire l’amore. Perché non esiste impresa più grande e più difficile.”

#15 “Il senso delle parole è più importante delle persone in se.”

#12 “Impara ad amare i tuoi fallimenti, Marcus, perché saranno loro a formarti. Saranno i tuoi fallimenti a dare sapore alle tue vittorie.”

#8 “Chi osa vince”

#7 “Adora l’amore, Marcus. Fanne la tua conquista poi bella, la tua sola ambizione. Dopo gli uomini, ci saranno altri uomini. Dopo i libri, ci saranno altri libri. Dopo la gloria, ci sono altre glorie. Dopo il denaro, c’é ancora il denaro. Ma dopo l’amore, Marcus… Dopo l’amore, c’è solo il sale delle lacrime.”

#6 “Le parole vanno bene, ma certe volte sono inutili e non bastano più. Arriva il momento in cui certe persone non vogliono ascoltarti.”

Non voglio raccontarvi altro.
Concludo dicendo che queste 775 pagine me le sono mangiate.. E che mangiata!!! 😉

20130913-222244.jpg

20130914-135042.jpg

20130914-135325.jpg

20130914-135503.jpg

Intervista a Martina Bonci, Miss Deborah Toscana 2013

1231631_4982374531808_62709477_n

-Ciao Martina! Raccontaci… Chi sei?
-Ciao Veronica! Sono Martina, vengo da Carrara sono nata il 12 settembre 1992, studio scienze Agrarie all’ università di Pisa, studio canto, nel tempo libero mi piace fare molta attività fisica ,infatti vado in palestra e a correre all’ aria aperta.

-Complimenti per la fascia di Miss Deborah Toscana 2013. Te lo aspettavi? Cos’hai provato al momento della vincita?
-La vincita devo dire che è stata del tutto inaspettata , sono stata contentissima, ed è stato davvero emozionante quando hanno chiamato il mio numero anche perché ripeto non me l ‘aspettavo proprio.

-Come ti sei classificata a Miss Toscana? Speravi o credevi di andare più avanti?
A miss toscana mi sono classificata tra le prime dieci, sono stata contenta comunque del risultato.

-Come mai la decisione di iscriverti a Miss Italia?
-La decisione di iscrivermi al concorso diciamo che è nata come una scommessa tra me e mia nonna! Quindi devo ringraziare lei per avermi spinto a fare questa esperienza.

-Hai stretto amicizia con le altre Miss?
-Con le altre ragazze mi sono trovata quasi subito a mio agio, e con alcune in particolare ho instaurato un bel rapporto.

Qual’è la cosa che ti piace di più di te? e di meno?
-La cosa che mi piace di più di me, sono gli occhi, la cosa che non mi piace sono i piedi.

-Pregio e difetto
-Pregio comprensiva, difetto permalosa.

-Cosa ti aspetti dalle Prefinali Nazionali?
-Dalle prefinali nazionali mi aspetto che sia una bella esperienza e che possa continuare fino alle finali!!

-Cosa ne pensi del fatto che non andrà in tv la finale?
-Del fatto che la finale non vada più in tv , ritengo che ci siano altri programmi che dovrebbero essere aboliti prima di Miss Italia.

-Hai già visto qualche miss delle altre regioni? Cosa ne pensi? Chi è la tua preferita?
-Non ho visto nessuna miss delle altre regioni perciò non posso esprimere un commento!

-Grazie mille e in bocca al lupo!
-Grazie a te, ciao ciao!

1235496_10201723844088102_75083299_n

 

 

1148819_4873691454799_116902912_n

Intervista a Sara Ligori, Miss Cinema Planters Toscana 2013

Sara Ligori

1187203_10201730000442007_272106880_n

-Ciao Sara! Presentati ai nostri lettori!
-Ciao Veronica! Sono nata il 01/02/95 a Pisa ,dove frequento il liceo scientifico Dini, ma abito a Cascina. Durante l’inverno studio molto ,quindi l’estate cerco di divertirmi il più possibile coltivando anche la passione per la moda che ho da sempre,lavorando come fotomodella.Sono un’appassionata di cucina (soprattutto pasticceria),di dis
egno (riproduco le opere a matita) ,di lettura e di fitness: se dovessi definirmi direi che sono un po’ iperattiva, in senso buono eh! Mi piace molto andare a correre e andare a ballare…mi diverto!
Complimenti per la fascia di Miss Cinema Planters Toscana 2013. Te lo aspettavi? Cos’hai provato al momento della vincita?
Ti ringrazio per i complimenti e devo dire che non me lo aspettavo ma lo speravo tanto,era l’ultima fascia regionale e stavo rassegnandomi a non passare quando..hanno chiamato il 15 che ero io! Sono molto contenta e soddisfatta della vittoria,anche perchè quella fascia mi piace molto.

-Come mai la decisione di iscriverti a Miss Italia?
Ho deciso di iscrivermi a Miss Italia perchè l’anno scorso ho partecipato ad altri concorsi meno importanti e mi sono divertita molto quindi,compiuti 18 anni,ho pensato subito a Miss Italia,che reputo una bella vetrina per il mondo della moda e un’esperienza formativa: sviluppa autostima,coraggio e permette di fare amicizia con tante ragazze.

-Come ti sei classificata a Miss Toscana? Speravi o credevi di arrivare più avanti?
Mi sono classificata quinta a Miss Toscana,non sono delusa ma certamente non posso negare che ognuna di noi punti sempre alle primissime posizioni.

-Hai stretto amicizia con le altre Miss?
Ho stretto amicizia con molte ragazze e la cosa che mi ha piacevolmente sorpreso è stata che nonostante la competizione non ci siano stati problemi ,a differenza di altri anni. Meglio di così!

-Qual’è la cosa che ti piace di più di te? e di meno?
Paradossalmente l’ambizione è ciò che mi piace di più e di meno di me stessa.Esigo molto da me,e questo è un bene,ma a volte esigo troppo e come una volta ad una selezione ha detto il mio ragazzo sono “ansiosa”.Per fortuna però sono anche molto solare!

-Cosa ti aspetti dalle Prefinali Nazionali?
Credo che le Prefinali Nazionali siano un traguardo importante e piuttosto difficile, ma come sempre ce la metterò tutta e spero che tutto sommato si riveli una bella esperienza anche quella.

-Cosa ne pensi del fatto che non andrà in tv la finale?
Sinceramente mi dispiace moltissimo che la finale non sia trasmessa in tv,spero solo che ci siano dei buoni motivi a sostegno di questa decisione e non pregiudizi verso il concorso di bellezza.

-Hai già visto qualche miss delle altre regioni? Cosa ne pensi? Chi è la tua preferita?
Ho dato solo un’occhiata alle altre miss ed è scontato dire che siano tutte bellissime. Non ne ho una preferita, ma ne ho viste alcune che in foto spiccano più di altre. Spero di fare lo stesso effetto!

-Grazie mille e in bocca al lupo!
Grazie a te e crepi il lupo!

1236470_10201729982121549_1602408867_n 1238011_10201723829487737_1853497653_n

V.

Intervista a Giulia Coppini, Miss in gambissisma Luciano Barachini Toscana 2013

Oggi è la volta della bellissima Giulia Coppini, titolare della fascia Miss In Gambissima Luciano Barachini Toscana.

M: Ciao Giulia!
Grazie per essere stata così disponibile.
Per iniziare un piccolo riassunto su chi sei: da dove vieni, quanti anni hai e cosa fai nella vita…

G: Dunque, sono nata e vissuta a Firenze fino all’età di dieci anni per poi trasferirmi nella campagna chiantigiana dove ho proseguito gli studi. Adesso studio alla facoltà di biotecnologie perché mi piacerebbe fare la nutrizionista.
Nel tempo libero mi sono iscritta a recitazione ma la mia passione più grande è il canto.

M: Hai vinto la fascia di Miss in gambissima Luciano Barachini, ti aspettavi in qualche modo di riuscire ad entrare nella rosa delle miss toscane selezionate per le prefinali?

G: Senti, anche se la speranza di vincere l’ho sempre avuta perché comunque miss italia è stata un grosso impegno quest’estate, in realtà non me lo aspettavo! Ho iniziato miss Italia un po’ per gioco, credendo di essere scartata subito e invece più passava il tempo e più andavo avanti! È stata una grande soddisfazione!!

M: Nelle selezioni si sente molto la competizione o hai potuto fare amicizie?

G: Per me è quasi impossibile non fare amicizia anche perché sono una persona molto tranquilla ( parlerei anche con un muro in realtà) e tra tutte le ragazze ne ho conosciute molte e devo dire che mi sono trovata davvero bene.
Certo, con alcune ho legato di più e con altre meno ma credo che questo sia normale!

M: Questa è una buona cosa, magari dall’esterno ci sono persone che pensano sia tutto artefatto!
Che risultato pensi di ottenere nella prefinale che ti aspetta?

G: Ahahah in realtà non penso al risultato, voglio solo godermi al massimo questa possibilità che mi è stata data e poi se andrà bene sicuramente sarò contentissima!!
Ma non voglio sperare nulla anche perché poi rischio di rimanerci male! E non credo ne valga la pena!

M: Certo… Come si dice.. L’importante è partecipare!!! Sicuramente sarà e rimarrà un’esperienza importante!

G: ..esattamente!

M: Su quale aspetto della tua persona punti?

G: Sicuramente sul sorriso, è l’unica cosa di me stessa che mi è sempre piaciuta!
Poi sul fisico ci si può sempre lavorare!!

M: Il sorriso non deve assolutamente mancare!
Hai per caso visto le miss delle altre regioni? Cosa ne pensi?

G: In realtà ho visto solo un paio di ragazze che hanno vinto il titolo di miss regionale e devo dire che sono tutte bellissime. Ci sarà sicuramente da impegnarsi molto alle prefinali!!

M: Ultima domanda: un consiglio che vorresti dare alle ragazze che hanno il sogno di partecipare a miss Italia..

G: Sicuramente di vivere miss Italia come una bella esperienza e di non riporre nel concorso troppa speranza per viverla giorno per giorno con serenità!! E poi la consiglio davvero a tutte!
È davvero una bella esperienza.

M: Grazie mille davvero Giulia! Sei stata gentilissima! Ti faccio un grande in bocca al lupo!!!!

G: Crepiiii! E in bocca al lupo anche a voi per il blog!

M: crepi!!! A presto.

20130906-133914.jpg

Intervista a Madine Konate, Miss Sportiva Toscana 2013

Madine Konate è nata Empoli il 07/10/1992 ma da sempre vive a Livorno e studia chimica a Pisa.
Conosco Madine da anni per via delle sfilate e se c’è una cosa che ho sempre notato a parte la bellezza è la sua dolcezza.

Ecco qua la sua intervista, buona lettura!
993987_461132987318354_547600857_n

-Ciao Madine! Complimenti per la fascia di Miss Sportiva Toscana e per esserti classificata quarta alla finale di Miss Toscana! Che sport fai?
-Ciao Vero! Si sono arrivata quarta e ho vinto Miss Sportiva, ho sempre fatto atletica, fino a qualche anno fa gareggiavo a livelli internazionali, poi mi sono infortunata ad un tendine, quindi per ora ho dovuto ritirarmi dall’agonismo.
-Cosa ti aspetti ora dalle prefinali nazionali?
Spero davvero di riuscire a rientrare fra le finaliste. Credo che potrebbe essere un’esperienza irripetibile e che potrebbe lasciarmi molto per il futuro.
-Cosa ti aspettavi da Miss Toscana?
Sinceramente non mi aspettavo certo di arrivare alle prefinali e ancor meno di classificarmi al quarto posto. Fino alla serata di miss Toscana non avevo mai vinto una fascia, né alle fasi provinciali né a quelle regionali, nemmeno classificandomi al secondo o terzo posto quindi quando ho vinto la fascia ho avuto un po’ di commozione.
– Hai già avuto modo di vedere le Miss delle altre regioni? Cosa ne pensi?
Ho dato un’occhiata alle altre Miss e devo dire che ne ho viste di meravigliose, sarà dura ma mi armerò di convinzione e autostima per cercare di colpire.
-Che consiglio daresti a tutte le ragazze che vorrebbero partecipare a Miss Italia?
Miss italia è un’esperienza fantastica che ti permette di conoscere persone meravigliose e di vedere luoghi bellissimi . A tutte le ragazze che vorrebbero intraprendere questo viaggio consiglierei di cercare sempre di viverlo in totale tranquillità e spensieratezza, perché a mio parere è il segreto per vincere, sia che tu arrivi in finale, sia che tu non ci riesca.
– Qual è il tuo sogno?
Il mio sogno è di entrare nel mondo del doppiaggio. Adoro i doppiatori nostrani , credo siano i migliori.I miei doppiatori preferiti sono Luca Ward e Roberto Pedicini.
Ti ispiri a Denny Mendez? Cosa ne pensi delle polemiche che vennero fatte a riguardo della sua incoronazione?
Beh naturalmente è un simbolo per tutte le ragazze di colore che partecipano a l concorso, essendo la prima ed unica Miss Italia di colore. Ricordo che ci furono delle polemiche, dapprima riguardo le sue origini e in un secondo momento sul fatto che una ragazza di colore potesse o meno rappresentare al meglio la bellezza italiana. Ormai nei nostri tempi non esistono più questo tipo di preconcetti, quindi credo che verrò considerata come tutte le altre.
Grazie mille Madi per la tua disponibilità, in bocca al lupo! Aggiornami quando sarai a Jesolo! Quando partite?
– Certo ti aggiornerò! Non si sa ancora quando partiremo, ma ho motivo di credere che potremmo partire verso fine settembre/inizio ottobre.
Ti ringrazio per avermi contattata e per lo spazio che ci concedete nel sito.
Comunque… E’ bello aver preso la fascia che qualche anno fa spettò a te… Se non ricordo male!
-Si non ricordi male, sono stata la prima a prendere la fascia di Miss Sportiva Toscana! Però spero che a te porterà più fortuna!
-Grazie tesoro, sei dolcissima! Speriamo di vederci presto!

1174663_4982344531058_1554592144_n1229863_10201723793566839_893352730_n