Archivio mensile:agosto 2013

MANGIA!

Ti capita mai di mettere una foto di te al mare e qualcuno che, nemmeno conosci o hai visto una sola volta, ti scriva: “mangia!”?
Ecco.. Questa è una delle cose che più detesto.
Guarda caso questa tipologia di commenti viene fuori dalla testiera di persone che ignorano le mie abitudini alimentari, perché chi mi conosce sa che mangio quanto voglio, quando voglio.. Magari molto più di quanto chi punta il dito dicendo quel “mangia!”!
Sono sempre stata fiera di questo, non so da cosa derivi questa mia fortuna e sono certa che non durerà per sempre, ma adoro.. Che dico.. Amo il cibo, amo mangiare, amo le ricette delle mie nonne che mi rimpinzano come se non ci fosse un domani, amo cucinare per mio marito e gustarmi le mie creazioni, amo andare in Argentina e sommergermi di alfajores, dulce de leche, mantecol, pipas, di ricche parrilladas con asado, matambre, chorizo e chi più ne ha ne metta!
Sono cresciuta in una casa dove non ci si alzata da tavola se non finivamo, perché non tutti hanno la fortuna di trovare una tavola apparecchiata, quindi primo, secondo, contorno e poi mamma mi comprava il pane buono, quello che piace a me con la crosta croccante e la mollica soffice con cui mi ci facevo un paio di fette olio e sale; i pasti sono sempre stati: colazione, pranzo, merenda e cena ..e magari qualche spuntino nel mezzo!
Non rinuncerei mai al gusto che dà, non nutrirsi, ma mangiare gustando quel ben di Dio che abbiamo, specie in Italia, dove, secondo me, siamo al vertice dell’arte culinaria.
Con questo vi auguro buona giornata e buona colazione; ricordandovi che la colazione è il pasto più importante del giorno, per affrontarlo necessitiamo di tanta energia!

20130820-084230.jpg

20130820-084532.jpg

Diario di una wag di serie B! Part II

E poi arrivi a trovarlo in ritiro dopo un’ amichevole e rimani nel paese dove alloggiano.
Sei una marziana.
Non per gli stranieri, ma per le carissime donzelle del posto.
Dalle 9 di mattina inizia la caccia per loro.
La tenuta è: zeppa 20, jeans “strizzami che devo tenere su tutto quello che altrimenti sarebbe giù”, maxi scollo e rossettone sobrio.
Tutto ciò non comprende di certo la finezza di una Louboutin nè tantomeno la linea pulita di un Jbrand!!!!
Sono riuscita addirittura a vedere delle sneakers Fornarina con zeppa, che odiavo anche quando fecero il boom nel 97!!!
Il loro metodo di caccia è la punta.
Difatti appena vedono uno con la divisa iniziano a fissarlo, stanno immobili come un setter inglese che sta per prendere un fagiano.
Pensano che fissandoli qualcuno alla fine possa chiedere loro qualcosa..(ti sei persa pecorella smarrita? oppure ho qualcosa di strano in faccia?)
L’altra sera sentii però solo un:” queste é la quarta sera a fila, non si danno pace” e un “se ti togli quei pantaloni il tuo didietro sbatte contro i talloni”!
Certo.. Commenti non molto carini, ma ognuno raccoglie ciò che semina!
Quindi, tornando al mio approdo in questo paesino, l’espressione nel loro volto è stata: “e questa chi c**** è?”
Qui scatta un giochino che mi piace fare: quando penso che qualcuno mi stia guardando lo ignoro per non dargli importanza, ma con la coda dell’occhio sto attenta a tutti i suoi movimenti!
Appena passo aspettano un secondo poi si girano a guardarti il lato b (“bellina di viso, ma il sedere farà sicuramente schifo”), subito dopo scattano i commenti con l’amica di turno coprendosi la bocca con la mano.
Non parliamo poi quando ti vedono camminare abbracciata con “uno con la divisa presunto calciatore non si sa di quale squadra ma tutto fa brodo”.
Chissà che frullerà per la testina delle pargole: “mogli in giro, ritiriamoci”? Ovvio che no!!! Sarà invece un:”guardiamo chi é rimasto solo e attacchiamo”.
Infatti poco dopo “ciao, ma voi potete andare a ballare?”
Si guarda, possono talmente andare a ballare che si son portati dieci maglie e dieci pantaloni di cambio e anche gli occhiali fluo per dare più enfasi alla serata.
Ma da una parte le capisco. in un posto dove c’è poco o nulla il periodo dei ritiri è un’occasione per sfoggiare tutto ciò che si ha di più “carino” nell’armadio, i soliti dodici ragazzi del paese stancano dopo nove mesi che li vedi e se ne arrivano un centinaio da fuori diventa il paese dei balocchi!
Ciò che non capiscono loro è invece che fare così non le porterà a nulla, forse ad essere trattate non da donne, ma da oggetto, oppure ..se non sono poi così carine ..verrano solo schernite.
Una ragazza viene guardata e soprattutto farà innamorare se la naturalezza è intrinseca alla sua persona, se sfoggia il suo rossetto rosso come se avesse il labello e se anche con un jeans, un sandalino e una canotta bianca sa essere l’eleganza fatta persona.
Quanto a me… -0!!!!
Stasera coppa Italia e poi ho di nuovo mio marito in giro per casa.
Gioia immensa.

20130811-104445.jpg

20130811-104556.jpg

Diario di una wag di serie b…;)

Da quando conosco mio marito, la seconda settimana di luglio la mia estate finisce.
Non sono triste, piuttosto è un triste dato di fatto.
Mentre per gli altri inizia, per me comincia un giro di schiaffi fatto di mille impegni, cerca-casa/fai-trasloco/approfitta-a-studiare-ora-che-sei-sola.. Quest’anno c’è anche: finisci-lavori-a-casa-nuova-e-cerca-ultimi-mobili-così-quando-finisce-il-ritiro-la-trova-arredata.
Uno dei risultati di questo tour de force,che dura tutto il tempo del suo ritiro, più il tempo di tutte le trasferte di agosto fino a metà settembre, si può notare subito dalla zona limitrofa alle mie labbra.
Sì, perché in questi periodi non proprio rilassanti mi fa sempre visita un mio caro amico di nome Herpes – goduria non espressa di mio marito, dato che quando passo chi mi guarda non lo fa di certo per le mie doti fisiche, se non per la provvisoria escrescenza sul mio viso 😉 !
Oggi siamo al 3 agosto, le mie giornate sono piene zeppe di impegni e il mio posteriore è quasi sempre appiccicato al sedile della macchina per farsi chilometri per trasloco/mobili/prendi-Luis-per-il-giorno-di-pausa-e-riportalo ecc..
L’unica cosa che mi concedo sono almeno tre giorni alla settimana, in cui per due/tre ore la mattina vado a fiondarmi sotto il sole, almeno evito che a fine ritiro lui mi veda emaciata, con occhiaie e con la scritta in fronte: “amore senza di te non vivo, mi riempio le giornate concentrando in un mese l’80% degli impegni dell’anno a venire per non sbattere la testa a tutti gli spigoli di casa”!
C’è da dire comunque che ci sta poco in ritiro, quindi passa veloce…….TRENTADUE GIORNI..D’ESTATE..CON IL SOL LEONE, DOVE FACEBOOK CON FOTO DI GRECIA, SPAGNA, CROAZIA, CUBA – e chi più ne ha ne metta – DIVENTA UNA TORTURA CINESE!
Nella mia agenda quando esce la data di inizio preparazione inizio già a scriverci il count down, ma forse sono io troppo innamorata e troppo appagata nel nostro tempo insieme, forse sono una wags anomala, un moglie diversa, qualcuno mi prenderà per matta.. Ma ancora, dopo quattro estati, non mi sono abituata alla mancanza dovuta al ritiro precampionato; se sarò pazza..pace! Mi piace essere pazza se questo significa alimentare sempre di più il mio amore e la mia passione, sentire la sua mancanza come i primi tempi e non vedere l’ora che arrivi il giorno della coppa Italia, quando lo potrò abbracciare dopo la partita!
Quindi… Che dire… “-8”!!!

Meg

20130803-184433.jpg